Blog: la bottega di Manuzio

Le chiese di Venezia scomparse: Santa Lucia

Oggi, al suo posto, c’è la Stazione Ferroviaria   La fisionomia di Venezia, con i suoi monumenti, le sue calli, i campi e canali, ha subito continui mutamenti nei secoli. Se percorresse la città di cinquecento anni fa, forse anche il più esperto conoscitore dei luoghi si perderebbe. Come dentro uno strano sogno, si troverebbe davanti rii dove ora ci sono strade,…

La Festa delle Marie

Secondo la tradizione ricorda quando dodici ragazze, rapite dai pirati, furono poi liberate dall’ardimento del doge e dei veneziani   A cavallo tra il 25 gennaio e il 2 febbraio nella Venezia ducale aveva luogo la «festa delle dodici Marie», che andava famosa in tutta Europa e richiamava molti visitatori in città. La festa era legata a originarie motivazioni religiose, legate al…

Donne del Medioevo: Eleonora di Aquitania, regina di Francia e Inghilterra

Mecenate d’artisti, sovrana di due regni, intelligente, vivace e spregiudicata: Eleonora di Aquitania è una delle figure più affascinanti del Medioevo   Eleonora di Aquitania, regina di Francia e di Inghilterra, è una delle figure femminili più suggestive del Medioevo. Nata nel 1122, fu allevata nella raffinata corte di Aquitania dove studiò e imparò anche a cavalcare e a cacciare. Alla…

Donne del Medioevo: Rosmunda, regina dei Longobardi

Uccise il marito assassino del padre e poi l’amante, ma di quest’ultimo seguì la sorte   Figlia di Cunimondo, re dei Gepidi, un popolo stanziato nell’antica Pannonia, fu costretta a sposare il re dei Longobardi Alboino dopo che questi, nel 567, li sconfisse e uccise il loro re. Lo seguì quindi in Italia allorché, l’anno successivo, l’intero popolo longobardo si…

Donne del Medioevo: Uta di Ballenstedt

La sua statua ispirò Walt Disney per il personaggio della regina Grimilde   Uta di Ballenstedt, meglio nota come di Naumburg (1000-1046), fu margravia di Meissen dal 1031 al 1046 nella sua qualità di moglie di Eccardo II. Della sua vita poco si conosce: nacque da una famiglia di origine polacca nel castello di Ballenstedt, in Sassonia, ed era figlia del…

Mangiare medievale: le Crispelle

Mangiare medievale: alimentazione e cucina medievale tra storia, ricette e curiosità. In questo libro vengono ricostruite le abitudini alimentari del Medioevo attraverso la consultazione di ricettari europei del Trecento e quelli arabi del Duecento, inserendo però anche le ricette reperibili in epoche precedenti. Una sezione del testo è dedicata ai dolci medievali e alla loro preparazione. Oggi ci concentriamo su uno…

Teodora di Bisanzio e la sua fortuna nei secoli/1

Nel turismo, commercio, sport, moda e costume: l’uso dell’immagine o del nome di Teodora è tutt’oggi diffusissimo   L’utilizzo dell’immagine o del nome di Teodora a fini pubblicitari o comunicativi è molto diffuso. A Ravenna, dove il turismo ne favorisce anche un uso commerciale, esiste un bar ristorante «Caffè Teodora» che mostra all’interno la classica immagine dell’imperatrice, e la «linea vending»…

Teodora di Bisanzio e la sua fortuna nei secoli

Teatro, cinema muto, pittura, romanzo e fumettistica: le arti hanno subito e diffuso il fascino di Teodora   Nessuna imperatrice di Bisanzio è conosciuta come Teodora, non solo per il celebre mosaico che la raffigura in San Vitale di Ravenna. Nell’Ottocento la sua figura è entrata con prepotenza  nel dibattito storiografico e nella divulgazione culturale. Il primo, ancor oggi, tende per…

Donne del Medioevo: Teodora, imperatrice di Bisanzio

Una delle figure più controverse della storia bizantina, fu attrice prima di sposare l’imperatore   Teodora ebbe un’origine molto umile e nacque nel 496 o 497 da un guardiano di belve all’ippodromo di Costantinopoli. In seguito esercitò la professione di attrice, considerata infame dai benpensanti del tempo, anche se la gente dello spettacolo godeva di molta popolarità, e divenne famosa nel…

Uomini del Medioevo: Enrico Dandolo, doge di Venezia

Centenario e quasi cieco ebbe un ruolo fondamentale nella quarta crociata   Enrico Dandolo, nato verso il 1107, fu il quarantunesimo doge di Venezia. Venne eletto nel 1192, quindi alla veneranda età di ottantacinque anni, quando era ormai divenuto cieco, non si sa se per malattia o per altre cause. Nonostante l’età e la menomazione ebbe una grande energia che spese a…