Blog: la bottega di Manuzio

Maria di Antiochia, una normanna sul trono di Costantinopoli

Mogli – imperatrici, sovrane, dogaresse – insomma le first ladies dell’epoca: figure femminili associate a uomini di potere, di cui si trova traccia nell’arte

 

18664731_1282445978520398_1457829728435130481_n

L’imperatore Manuele I Comneno (1143-1180) e la moglie. Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, cod. Vat. gr. 1176.

Nell’immagine Manuele Comneno, in piedi su un suppedion (il cuscino rotondo su cui l’imperatore poggiava i piedi), ha alla propria sinistra la seconda moglie Maria di Antiochia.
Ai lati e al centro le iscrizioni “Manuele Comneno in Cristo (che è) Dio fedele basileus porfirogenito e autokrator dei Romani” e “Maria la piissima Augusta”.

Maria nacque nel 1145 da Costanza di Antiochia e Raimondo di Poitiers. Era quindi normanna per parte materna e aquitana per parte di padre. Sposò Manuele Comneno nel 1161 dopo la morte della prima moglie di questi, Berta di Sulzbach, e gli diede l’unico figlio maschio, Alessio. Andava nota per la sua bellezza e i capelli biondi, cosa rara a Bisanzio, mostravano le sue origini normanne.
Quando nel 1180 Manuele I morì divenne monaca con il nome di Xene, ma continuò a svolgere un ruolo politico esercitando la reggenza per il figlio in minore età.
Dopo che, nel 1182, Andronico Comneno, cugino di Manuele I, si impossessò del potere supremo venne però arrestata e condannata a morte. Il figlio subì la stessa sorte un anno più tardi e Andronico I Comneno divenne l’unico titolare del trono fino a quando, nel 1185, fu linciato dalla folla di Costantinopoli.

 

 

 

 

 

Commenta questo articolo

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *