Blog: la bottega di Manuzio

La chiesa di Sant’Elena e le reliquie dell’imperatrice

L’edificio sacro conserva ancora i resti della madre di Costantino il Grande

 

Church_Sant'Elena_(Venice)_Side_chapel

Cappella di Sant’Elena madre di Costantino il Grande

800px-Saint_Helena_churches_(Venice)

Facciata della chiesa di Sant’Elena

La chiesa di Santa Elena è situata all’estremità orientale della città di Venezia, nel sestiere di Castello.

Secondo la tradizione, quando l’imperatrice Elena morì, il figlio Costantino portò le spoglie della madre a Costantinopoli, nuova capitale imperiale, e le inumò nel mausoleo che aveva fatto innalzare per sé.
Le reliquie rimasero a Costantinopoli fino al 1212, anno in cui il canonico Aicardo se ne impossessò e le inviò a Venezia dove sono ancora conservate nella chiesa a lei intitolata e costruita apposta per l’occasione.

Brosen_icon_constantine_helena

Icona ortodossa bulgara con la santa e suo figlio Costantino il Grande

L’edificio venne in seguito ampliato e abbellito e restò aperto al culto fino alla soppressione napoleonica. Nel 1928 la chiesa venne nuovamente aperta e consacrata.

L’urna contenente i resti mortali dell’imperatrice è collocata sotto l’altare della cappella Borromeo. A differenza di quanto fu trovato nella ricognizione operata dal dottor Ulisse Canziani il 22 ottobre 1929, oggi si conserva solo il teschio malconcio di Elena, racchiuso in una maschera argentea; il resto dello scheletro è stato trafugato.

(Informazioni tratte da: Renato D’Antiga, Guida alla Venezia bizantina)

 

 

 

The following two tabs change content below.
Elisabetta Ravegnani

Elisabetta Ravegnani

Ama i libri fin da bambina. Prima li legge, poi li colleziona, poi li studia, infine decide di raccoglierli. E crea una libreria. Piccola, fuori dagli itinerari commerciali, con lo scopo di offrire quel qualcosa in più, che non si trova sempre in giro. Qualche anno dopo la laurea in Lettere, unendo la passione editoriale con quella per Venezia, si inventa La bottega di Manuzio. Che ancora oggi cresce, con passione, ogni giorno.

Commenta questo articolo

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *