Blog: la bottega di Manuzio

Momenti di una nobildonna veneziana del Settecento/il risveglio

 

Scopriamo quali erano nella giornata i momenti di una nobildonna veneziana del Settecento, attraverso la lettura del libro  Luce di taglio. Preziosi momenti di una nobildonna veneziana. Una giornata di Faustina Savorgnan Rezzonico, a cura di Filippo Pedrocco.

Per primo, il risveglio, che trova suggestiva raffigurazione nel celebre dipinto di Pietro Longhi: 

 

Pietro Longhi, La cioccolata del mattino, dal 1775 al 1780

Pietro Longhi raffigura una nobildonna che, da poco risvegliatasi, ancora nel suo letto, riceve la visita degli amici, cui offre delle ciambelle e la cioccolata, servita sulle preziose tazzine di porcellana da un servitore in livrea marrone. I due amici che sono venuti a rendere visita alla signora sono un frate, che siede a fianco del letto con in mano una lettera, e un rubizzo nobiluomo, vestito di un’elegante giacca rossa e di un panciotto con decorazioni dorate, che pare più interessato alla ciambella che regge nella mano che al contenuto della lettera, che viceversa è al centro del colloquio tra la donna e il frate. La donna, ancora adagiata tra i morbidi cuscini, si è coperta le spalle con un mantello azzurro bordato di pelliccia e tiene tra le braccia un piccolo cane bianco dal pelo lungo.

 

Vuoi scoprire altri aneddoti sulla giornata-tipo di una nobildonna veneziana del Settecento? Seguici nel prossimo post…

 

 

Commenta questo articolo

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *