Blog: la bottega di Manuzio

Venezia con gli occhi di Casanova

Luoghi e itinerari per vedere la città come il celebre personaggio settecentesco

 


casanova e fellini - venezia con gli occhi di casanovaGiacomo Casanova fu molte cose
, avventuriero, scrittore, poeta e, secondo alcuni studi, addirittura agente segreto. Ma è passato alla storia soprattutto come il seduttore per eccellenza della Venezia del ‘700, l’ammaliatore straordinariamente rappresentato da Donald Sutherland nel film di Federico Fellini, il simbolo di quello spirito sfrenato e festoso che riempiva – almeno all’apparenza – gli animi della Serenissima di quel tempo.

E quale periodo quindi, se non il Carnevale, risulta più indicato per guardare Venezia con gli occhi di Casanova e immedesimarsi un po’ in lui?

Molti luoghi teatro delle sue “imprese” sono diventati tappe obbligate per tutti i turisti interessati a scoprire una “Venezia nascosta”, al di fuori delle mete ordinarie.

cantina do spade - venezia con gli occhi di casanovaSi pensi alla Cantina Do Spade a San Matteo di Rialto, antica osteria veneziana di cui si hanno notizie fin dal ‘400. Qui, ci racconta lo storico Giuseppe Tassini, una sera di Carnevale del 1745 Casanova portò a termine una delle sue più ingegnose conquiste. Adocchiò, insieme ad un altro gentiluomo, una bella popolana di San Giobbe che stava bevendo col marito e altri amici. I due pensarono bene, travestendosi da pubblici ufficiali, di obbligare il marito e gli amici a seguirli a San Giorgio in nome del Consiglio dei Dieci. Dopo averli abbandonati sull’isola, fecero ritorno a Venezia raggiungendo la donna a Rialto. La portarono quindi alla locanda Do Spade dove cenarono e si diedero buon tempo con lei tutta la notte, rimandandola poi a casa.


monastero muarnao - venezia con gli occhi di casanovaUn altro luogo di conquista, forse la più famosa di Casanova, è l’isola di Murano. Qui, narra la leggenda, sedusse una misteriosa monaca di clausura residente nel monastero di Santa Maria degli Angeli. Il convento è stato soppresso nel 1810 ma scendendo alla fermata del vaporetto Murano Venier, muniti di un po’ di immaginazione, si può ancora respirare l’atmosfera del tempo.


foto pescheria - venezia con gli occhi di casanovaSono peraltro ancora ben visibili il pontile in legno dove Giacomo si presentava in gondola, rigorosamente al buio e mascherato, e la piccola porta del monastero dalla quale uscivano per raggiungerlo la monaca e una serva, entrambe sue amanti.

Figura emblema di un periodo della Serenissima denso di contraddizioni, mito entrato prepotentemente nella cultura popolare e lì ancora ben impresso a secoli di distanza dalle sue gesta: vedere Venezia con gli occhi di Casanova è un’esperienza altamente consigliata. Prima di prendere in mano questi e altri itinerari che lo riguardano, può essere utile la visione del già citato film di Fellini del 1976, raffigurante un clima settecentesco volutamente artificiale e vistoso e dunque d’aiuto per immergersi in un mondo che è più magia, sogno e mistero che realtà.

The following two tabs change content below.
Riccardo Ravegnani

Riccardo Ravegnani

Laureato in strategie di comunicazione con una tesi in storia politica su Venezia nel secondo dopoguerra, comunicatore, web marketer con la passione del giornalismo. Si esprime con una massima di Peter Drucker “La cosa più importante nella comunicazione è ascoltare ciò che non viene detto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *